HOME

Platone

Se non avessimo mai visto le stelle, il sole, il cielo, nessuna delle parole da noi pronunciate sull’universo sarebbero state pronunciate. Ma ora la vista del giorno e della notte, ed i mesi e la rivoluzione degli anni hanno creato il numero e ci hanno dato una concezione del tempo, nonchè la facoltà di indagare sulla natura dell’universo e da questa fonte ci è venuta la filosofia che è il massimo dono che mai fu o sarà concesso dagli dei all’uomo mortale.
Platone (Timeo, 47 c)

La comunicazione

Pragmatica della comunicazione umana di P. Watzlawick, J. H. Beavin, Don D. Jackson è uno dei libri più importanti e famosi delle scienze sociali. Importante perché fa luce sugli aspetti interattivi e pragmatici della comunicazione. Osservo soltanto che Platone se ne era accorto prima. 

“Tò légein mía tis tôn práxeon estín” il dire è un fare –

Plato CRATYLUS 387b.

Appunti e traduzioni

Ogni tanto mi scrive qualche studente, sparso nella penisola, per ringraziare degli appunti di filosofia che trova in questo sito. Sono io che devo ringraziare chi legge i miei appunti. Approfitto per invitare a non accontentarsi degli appunti e di fare riferimento ai testi completi. La filosofia ridotta in appunti non è filosofia!

Anzi, a fare buona filosofia, quindi a dirla tutta, sarebbe anche opportuno riferirsi all’originale e non alla traduzione. Lei dovrebbe prendere anche il testo originale, che non potrà mai essere tradotto. Heidegger questo scriveva in una lettera del 12 Aprile 1933 a Elisabeth Blochmann, nell’invitarla a rileggere le Confessioni di S. Agostino, il cui «meraviglioso latino» sarebbe stato intraducibile. Heidegger teorizza dunque che il testo non debba mai essere tradotto.