HOME

2.

2.5% dei voti è il povero risultato del mio partito, del quale sono naturalmente solo un semplice elettore. Ma i liberali hanno sempre preferito distinguersi dai borboni che offrendo “feste, farina e forca” sapevano di ottenere maggiori successi popolari. La libertà è solo un bene astratto e non riesce ad esser competitivo nei luoghi affollati come le piazze del mercato.
Anche per il fatto di avere il necessario per la vita materiale e per i necessari e modesti divertimenti, pensiamo che venga prima il diritto alla cittadinanza (ius soli) rispetto al reddito di cittadinanza. Ci sembra un principio evidente e in quanto tale senza bisogno di dimostrazione.
Sappiamo che a parlar così, specialmente di questi tempi, si rischia di risultare come i democratici senza popolo, che vivono una certa situazione di solitudine. Questa condizione risulta comunque preferibile a quella dei comunisti (da sempre populisti e quindi dannosi per il popolo) della Germania Est che di fronte alle proteste degli operai volevano mantenere le leggi e cambiare eventualmente il popolo.
Non speriamo più in nuovi diritti. In fondo nelle Due Sicilie, “è vero che i Borboni provvidero a fornire prove di reato, stipendiando falsi testimoni. Ma ciò prova che il senso giuridico non era del tutto smarrito! Si riconosceva almeno la necessità delle prove di fatto per i reati di azione…” (Pagine sparse – B. Croce). Probabilmente poi venivano condannati a morte. Ma era solo un dettaglio.