HOME

Le Roi est Mort, Vive le Roi!

Dietro l’apparente contraddizione è nascosta la prima regola del diritto dinastico, che prevede la successione al trono non per merito ma per nascita.
Come nel caso italiano della Casaleggio Associati. Possiamo riferirci indifferentemente all’azienda o al movimento politico, essendo le due cose coincidenti.
Gli italiani, per un’abitudine che viene dagli anni ’90, trovano normale votare per un’azienda privata credendo un po’ ottimisticamente che questa possa occuparsi del bene pubblico. Morta un’azienda, se ne fa un’altra.
I nostri nuovi rappresentanti della Nazione versano cadauno mensilmente 300 euro all’azienda e sottoscrivono contratti da 100.000 euro di penale nel caso volessero pensare con testa propria (conflitto d’interessi?) .

Da noi le leggi per il merito invece non si fanno mai. Basta guardarsi in giro per vedere come funziona nel Paese del nepotismo dilagante in tutti gli ambiti. Non c’è forse sempre qualcuno che passa avanti nella fila? A guardare bene forse si scopre anche perché questo Paese non funziona.