HOME

About

Paolo Rebaudo.

Detesto i blogs. Non mi interessano quelli che fanno considerazioni sul mondo in generale. Per Wittgenstein su ciò di cui non si può parlare, bisogna tacere. E’ una buona regola.

Ammetto però che un diario digitale può essere un modo per restare in contatto con conoscenti e familiari. Quindi ne ho fatto anche uno per me. Mi servirà per integrare quello che non rientra nei miei appunti di scuola: la filosofia oltre i manuali, l’arte contemporanea, i miei interessi nel campo della grafica e del webdesign e forse anche qualcos’altro.

Prometto che mi comprerò presto una nuova tastiera. Quella che ho, una volta nera ma oggi ormai grigia, continua a dimenticare i tasti premuti producendo a mia insaputa una grande serie di errori. Questo naturalmente non mi impedisce di continuare a sviluppare il mio stile monocromatico. Testo nero su sfondo bianco. Quelli abituati a sfondi azzurri o verdi devono cercare da altre parti.

PR 2009